Nardi chiede concordato, stop sciopero

La Nardi ha comunicato ai sindacati di avere chiesto il concordato preventivo in continuità. Secondo Fim, Fiom e Uilm di Perugia, che hanno sospeso lo sciopero, "tale procedura congela tutti i debiti dell'azienda, compresi quelli verso i lavoratori, al 30 gennaio 2018". "Questo - hanno aggiunto - comporta sostanzialmente l'impossibilità per le maestranze di riscuotere nell'immediato le somme non percepite (mensilità di novembre, dicembre e tredicesima 2017)". "Contemporaneamente - spiegano Fim, Fiom e Uilm in una nota - il concordato preventivo blocca anche il pagamento dei tfr degli ex dipendenti usciti nell'ultimo periodo, oltre a tutti i debiti dell'azienda nei confronti di fornitori, istituti previdenziali e banche. In queste condizioni l'azione di lotta intrapresa con grande sacrificio e determinazione dai lavoratori Nardi nelle ultime settimane viene interrotta, vista l'impossibilità di conseguire il risultato del recupero delle spettanze nell'immediato".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Pesaro e Urbino Notizie
  2. Primo Piano Notizie
  3. Corriere Adriatico
  4. Arezzo Notizie
  5. Primo Piano Notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Borgo Pace

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...